Oli Essenziali e Ayurveda

Il massaggio Ayurvedico con gli oli essenziali e il metodo di Vittorio Donati

Esiste una termine che identifica lo scopo di qualunque ricerca, filosofica, scientifica o religiosa, e questa parola è equilibrio interiore. Non a caso il mio primo Videocorso ha voluto essere quello dedicato all’uso degli oli essenziali per il raggiungimento dell’equilibrio emotivo interiore.

Sant’Agostino descriveva il bene proprio partendo dal suo tratto più distintivo. Ovvero “l’equilibrio tra le parti” . In contrapposizione al male che genera caos e disarmonia. Allo stesso modo l’antica filosofia cinese propone il concetto di Yin e Yang per rappresentare il continuo dialogo tra queste forze contrapposte, nel tentativo di integrasi.

Qualunque sia l’ottica attraverso cui si decide di leggere i meccanismi sottesi alla natura, una cosa è certa: tutto esiste e vive solo grazie ad un complesso equilibrio tra elementi biochimici.

La biologia umana è, essa stessa, un prodigioso “sistema di sistemi” in continua interazione dinamica. Un “sistema complesso” appunto.

Il maestro Vittorio Donati, fondatore di Officina Ayurvedica, mi ha fatto dono di un trattamento ayurvedico bellissimo e profondamente rigenerante, in cui gli oli essenziali sono stati assoluti protagonisti. Chiacchierando con lui ho scoperto che anche il metodo di guarigione energetico conosciuto come Ayurveda ricerca l’equilibrio dei sistemi fisiologici. Si fonda anzi, proprio sul concetto di equilibrio.

Questa antica filosofia indiana, risalente al III millennio Avanti Cristo, si prefigge di riarmonizzare i tre “Dosha” che nell’essere umano trovano espressione: VATA, PITTA e KAPHA. La parola Dosha significa letteralmente “ciò che combina”. Tali sistemi interagiscono tra essi e rappresentano le forme assunte dalla forza vitale stessa.  Sono forze altamente mutevoli, che possono venire riequilibrate quando si trovano in uno stato di “disordine” se le si conosce e si comprende il loro movimento.

Il mondo dell’Ayurveda è davvero affascinante e si sposa magnificamente con quello degli oli essenziali che possono svolgere un ruolo molto significativo nel dialogo con le nostre forze vitali.  Vittorio mi ha aiutato a sintetizzare alcuni concetti fondamentali.

Ogni Dosha corrisponde a elementi combinati in coppie: VATA corrisponde ad etere e acqua, rappresenta movimento e dinamismo. Il Dosha PITTA è una forza che combina fuoco e acqua, elementi rappresentativi della trasformazione. KAPHA invece l’interazione tra acqua e terra e simboleggia la struttura.

Tali forze duali, in base a come si dispongono in noi, possono caratterizzarci dal punto di vista spirituale, biologico, alimentare e comportamentale. In ogni nostro espetto, in sintesi.

I metodi che l’Ayurveda usa per ritrovare la corretta interazione e dinamicità tra questi elementi sono vari e mettono sempre al centro l’essere umano e le sue caratteristiche uniche e soggettive.

Il Maestro Vittorio Donati nel suo percorso di studio della disciplina Ayurvedica ha trovato nel metodo del massaggio con gli oli essenziali la modalità più efficace per ristabilire l’equilibrio tra i Dosha. Definisce infatti il massaggio Ayurvedico come un “trattamento essenziale per il benessere; personalizzato sulla base della costituzione individuale, dei disturbi e della stagione, agisce sul soggetto nel suo insieme di corpo, mente e psiche, per armonizzare i Dosha”.

 

MASSAGGIO AYURVEDICO E AROMATERAPIA.

Gli oli essenziali hanno effetti molto potenti sul nostro corpo, essi andranno ad agire in esso seguendo le sue necessità. La loro elevata bio-disponibilità fa sì che possano entrare facilmente e velocemente nel tessuto connettivo e grazie al respiro, anche nei polmoni fino all’apparato gastrointestinale. Dal derma e dai visceri andranno comunque a confluire, infine, nel flusso ematico.

Le essenze possono essere recepite da ogni cellula del nostro corpo in pochissimo tempo.

Tradizionalmente i trattamenti Ayurvedici indiani adoperano piante sminuzzate e fatte macerare in oli vegetali. La tecnica di messaggio Ayurvedico di Vittorio si sposa dunque facilmente con l’aromaterapia: l’utilizzo di oli essenziali direttamente sull’epidermide è uno strumento che potenzia il massaggio. E il massaggio a sua volta diventa strumento della disciplina Ayurvedica. Si genera quindi una proficua integrazione di più tecniche, che assieme raggiungono il massimo della loro efficienza.

 

L’apprendimento del massaggio con gli oli essenziali puri è stato un punto fondamentale per la sua formazione, mi spiega Vitorio. Lo ha portato a conseguire poi la specializzazione in massaggio Ayurvedico. Grazie all’unione degli oli essenziale alla sapienza indiana oggi il suo trattamento può donare sollievo a molti tipi di disagi e disarmonie psico-somatiche. A seconda della costituzione fisica e mentale (Dosha), la persona può beneficiare di un trattamento specifico adatto alle sue caratteristiche e personali.”

 

Alla luce di tutto questo il mio personale consiglio è quello di provare a dialogare con il vostro mondo interno anche attraverso la magia del massaggio ayurvedico e dell’aromaterapia fusi in un unico “gesto terapeutico” e arricchire la vostra esperienza di sensazioni e rivelazioni straordinarie.

 

Dott.ssa Monica Di Mauro in collaborazione con Francesco Bocchi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Potrebbero anche piacerti

Lascia un commento